A CHI MI RIVOLGO

A chiunque abbia il desiderio di conoscersi meglio e migliorare vari ambiti della propria vita (relazioni, lavoro, famiglia…).
A chi senta il bisogno di condividere la propria sofferenza, capire i motivi del proprio malessere e raggiungere il benessere psichico.

Spesso è il sintomo (es. attacco di panico, ansia, insonnia…), che motiva la persona a chiedere aiuto, rivelandosi quindi come una grande opportunità per prendersi cura di sè.
Questo rappresenta però solo la “punta dell’iceberg”, come diceva S. Freud, le cui cause traggono origini dal profondo.

I sintomi possono essere moltissimi e diversi, ma tendono ad organizzarsi sotto forma di disturbi psicologici tipici e riconoscibili.
Di seguito sono riportati quelli di cui mi occupo maggiormente, tenendo ben saldo il principio secondo il quale la persona va valutata nella sua complessità e soggettività, aldilà del sintomo o della patologia connessa.

  • disturbi d’ansia: attacchi di panico, fobie, ossessioni, ipocondria, stress
  • disturbi dell’umore: depressione, disturbo bipolare
  • disturbi psicosomatici (es. psoriasi, cefalea…)
  • difficoltà relazionali
  • disturbi alimentari
  • difficoltà nell’affrontare momenti di crisi e cambiamento (lutti, traumi, separazioni, difficoltà lavorative)
  • conflitti di coppia
  • disturbi di personalità
  • difficoltà genitoriali
  • problemi legati alla crescita e allo sviluppo (difficoltà scolastiche, ansia da separazione, disagio giovanile…)
  • problemi esistenziali (bassa autostima, sfiducia verso gli altri e la vita, difficoltà nell’autoaffermazione)